InformNapalm.org (Italiano)

Debaltseve come la vittoria di Pirro dell’esercito russo-terroristico

#InformDebalteseve

 

La ritiro dell’esercito ucraino dalla zona intorno a Debaltseve si può valutare dai punti di vista diversi, ma vogliamo condividere con voi  alcune nostre considerazioni in merito:

Tutti questi dati dimostrano che i così detti “separatisti”, ma realmente un miscuglio di agenti del GRU/FSB [ndT: GRU è l’intelligence militare russa, FSB è il servizio di sicurezza nazionale] nella veste di mercenari  e l’esercito russo non possono  più contare sul sostegno dei locali collaborazionisti, che sono stati mandati al macello,  venendo posizionate tra le prime file dell’offensiva. Inoltre si sono quasi terminate le scorte di così detti “mezzi  ucraini conquistati come trofei”, ma nella realtà  i carri armati T-64 e altro vecchiume dislocati dalla Russia.  I Russi sono stati costretti ad impiegare apertamente unità regolari e con mezzi in dotazione. Il web oramai è pieno delle prove tangibili: immagini e video di  T-72 di diversi modelli, veicoli blindati KAMAZ, i lanciamine di ultimi modelli e altri tipi di armi; con ogni giorno queste testimonianze diventano sempre di più.

L’Ucraina , invece , è uscita da questa situazione con molta  dignità.

Secondo noi Putin è caduto nella trappola. Ora la palla passa ai nostri alleati. Le prove ci sono a sufficienza; è giunta l’ora di prendere la decisione, altrimenti domani QUESTO ESSERE busserà alla vostra porta, signori dell’UE e del continente americano.

Autore: Irakliy Komakhadze

Traduzione: Elena Nazarenko

© Questa informazione è preparata per il sito InformNapalm;  tutti i diritti sono riservati

 

 

Exit mobile version